Salta al contenuto principale

'Ndrangheta, arresti a Pizzo

Basilicata

Il ruolo egemone della cosca Mancuso di Vibo emerge anche dall’inchiesta sulle infiltrazioni mafiose nei lavori di ammodernamento A3 che ha portato all’emissione di tre ordinanze di custodia cautelare

Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

Il ruolo egemone della cosca dei Mancuso della 'ndrangheta nell’intera provincia di Vibo Valentia emerge anche dall’inchiesta sulle infiltrazioni mafiose nei lavori di ammodernamento dell’A3 che ha portato all’emissione di tre ordinanze di custodia cautelare. La forza dei Mancuso deriva, secondo i carabinieri del Ros, anche dai qualificati rapporti con le altre maggiori consorterie criminali di 'ndrangheta in tutta la Calabria. Il ruolo preminente della cosca Mancuso era già emerso dall’operazione Decollo del 2004, condotta dalla Dda di Catanzaro, sul narcotraffico internazionale e concretizzatosi anche nella gestione degli appalti pubblici attraverso una ramificata rete di imprese. L’imprenditore Salvatore Mazzei, arrestato nel corso dell’operazione, in passato era comparso come persona offesa e come vittima di estorsioni, insieme ad altri imprenditori, in altre inchieste sulle infiltrazioni mafiose nei lavori di ammodernamento dell’A3.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?