Salta al contenuto principale

Reggio Calabria va in "vetrina"
Accordo Scopelliti-Moratti

Basilicata

Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, e quello di Milano, Letizia Moratti, siglano un'intesa per la visibilità del capoluogo calabrese in vista dell'Expo

Tempo di lettura: 
2 minuti 22 secondi

La Città di Reggio Calabria svolgerà un ruolo da protagonista nell’organizzazione di eventi collaterali all’esposizione universale che si terrà nel 2015 a Milano. È quanto prevede il protocollo d’intesa che martedì prossimo il sindaco di Reggio Giuseppe Scopelliti firmerà con la collega Letizia Moratti che sarà in visita al Comune della città calabrese. L’accordo, è scritto in una nota, «permetterà a Reggio di porsi al centro dell’attenzione mondiale e proseguire così il cammino di penetrazione sui mercati turistici internazionali» e di mettere in vetrina i suoi tesori artistici e storici. «La sottoscrizione del protocollo d’intesa – ha sostenuto Scopelliti – rappresenta un’altra fondamentale tappa del processo di crescita che Reggio sta vivendo. L’accordo sarà una grande occasione di visibilità e di promozione di una città che, oltre alle incomparabili bellezze naturali, offre infiniti spunti di natura artistica e culturale. Non dimentichiamo che l'Expo di Milano tratterà uno dei temi centrali della più vasta problematica dello sviluppo sostenibile del pianeta. Avremo così l’opportunità di valorizzare l’immagine di Reggio in tutti i suoi aspetti, anche quelli legati alla cultura dell’alimentazione e alle tradizioni di una terra che da questo punto di vista rivela la sua essenza mediterranea».
«La presenza del sindaco Moratti a Reggio – ha concluso Scopelliti – apre nuove possibilità in uno scenario dalle ampie prospettive di sviluppo turistico e di conseguenza sociale, economico artistico e culturale». All’Expo Milano 2015, prosegue la nota del Comune di Reggio, “la città calabrese, storicamente riconosciuta come una delle più importanti polis della Magna Grecia, che nei vari periodi storici è stata luogo di interesse strategico per le varie culture del Mediterraneo, avrà la possibilità di mettere in vetrina i suoi tesori d’arte custoditi nei musei, nella pinacoteca ed i reperti di una millenaria civiltà. Si avrà così la possibilità di valorizzare e far conoscere beni culturali fino ad oggi sconosciuti al grande pubblico, spazi espositivi e siti archeologi di grande interesse: il Castello Aragonese, Villa Genovese-Zerbi, il Parco Archelogico di Trabocchetto, le Mura Greche e le Terme romane e tanti altri luoghi». Con il protocollo d’intesa il comune di Reggio si impegna a collaborare all’organizzazione di attività inerenti questo importante appuntamento anche «attraverso opportune attività tese e mettere a disposizione dell’evento le proprie eccellenze culturali, artistiche, turistico-ricettive, produttive e la tipicità dei suoi prodotti importanti nella dieta mediterranea». I principale eventi culturali, artistici scientifici di Reggio Calabria, secondo l’accordo, potranno essere integrati nel circuito delle manifestazioni di approfondimento dei temi prescelti per l’evento del 2015 e di promozione dell’Expo. Non mancherà il coinvolgimento del sistema universitario reggino, quale «luogo di potenziale sviluppo di iniziative e progetti a rilevante valenza tematica», e delle realtà produttive del territorio cittadino nell’ottica di «privilegiare iniziative d’innovazione e internazionalizzazione, anche nella previsione della prossima realizzazione di un polo fieristico, quello di Arghillà».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?