Salta al contenuto principale

Zingaretti "battezza" il Politeama

Basilicata

Dopo 40 anni è stato inaugurato lo storico teatro nel centro storico dell’ex comune di Sambiase, che per l’occasione ha ospitato lo spettacolo «La sirena»

Tempo di lettura: 
1 minuto 26 secondi

Riapre il Teatro Politeama di Lamezia Terme. Dopo 40 anni, infatti, è stato inaugurato lo storico teatro nel centro storico dell’ex comune di Sambiase, che per l’occasione ha ospitato lo spettacolo «La sirena» interpretato da Luca Zingaretti. «Un sogno che si realizza - ha affermato il sindaco Gianni Speranza - la nostra città ha finalmente un teatro pubblico. Mentre nel resto del paese i teatri chiudono, da noi invece si inaugura una nuova struttura, un luogo di cultura per l’intera città. Un teatro - ha aggiunto il primo cittadino - inaugurato in una zona che negli anni è stata penalizzata dal punto di vista culturale per assenza di strutture. E questo teatro potrà aiutare a rafforzare l’unità e l’identità lametina. Un’opera che è stato possibile inaugurare anche grazie al lavoro svolto in questi anni dalle diverse amministrazioni: fu infatti l'amministrazione Lo Moro a comprare la struttura, poi sono stati realizzati i progetti fino all’apertura di oggi». Il sindaco Speranza ha poi lanciato un appello ai consiglieri regionali e al presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro: «Ora che la terza città della Calabria ha il suo teatro - ha sottolineato il primo cittadino - è bene che si faccia il possibile per poter avere i fondi adeguati per offrire alla città una stagione teatrale adeguata». Il sindaco Speranza ha reso noto che considerata l’enorme affluenza di pubblico e vista l’impossibilità a soddisfare tutte le richieste pervenute al teatro, al fine di venire incontro agli spettatori che hanno fatto richiesta, è stato programmato un quarto spettacolo de «La sirena» di Luca Zingaretti, che si terrà sabato pomeriggio alle ore 18 al Teatro Politeama. I biglietti possono essere prenotati al botteghino del Teatro Politeama già da oggi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?