Salta al contenuto principale

Il Catanzaro cerca il “suo gioco”

Basilicata

2ª Divisione. Provenza recupera qualche infortunato e rimette in piedi la squadra. Mangiacasale: «Il Cosenza è avanti, ma questo non deve interessarci»

Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

Di FRANCESCO IULIANO
Nella settimana dei rientri (sono fuori solo Antonio Montella per infortunio, Pippa e Di Meglio per squalifica), Provenza studia la sua nuova creatura. Dall'inizio del campionato il tecnico salernitano ha saputo dominare i limiti di un gruppo ben assortito riuscendo, nel contempo, a plasmare una squadra in base alle necessità del momento. Il Catanzaro, talvolta, ha sofferto l'avversario riuscendo, comunque, ad imporre sempre il suo gioco. A dieci partite dalla fine del campionato, c'è da rimettere in piedi una squadra in grado di praticare nuovamente il gioco della prima parte del torneo, un gioco concreto ed efficace che ha portato in classifica più di trenta punti.
Domenica prossima contro il Monopoli è l'occasione giusta, per i giallorossi, di ritornare alla vittoria dopo il pareggio di Scafati. «E' stata una partita difficile - ha detto Fabio Mangiacasale -. C'è il rammarico per aver perso per strada due punti, ma non dimentichiamo che la Scafatese in casa ha concesso ben poco agli avversari». Ma proprio sui piedi di Mangiacasale è capitata l'occasione più ghiotta per portare a casa il risultato pieno «E' vero, ho avuto l'occasione del gol. Davvero peccato». Da domenica, dunque, tutti a disposizione di Provenza. Tra i tanti c'è anche Ciccio Corapi, un diretto concorrente sulla fascia di Mangiacsale. «Quello di essere tutti a disposizione è una motivazione in più per essere sempre al massimo. La competizione tra di noi non guasta mai. Nonostante tutto non vedo in Corapi una minaccia, tutt'altro. E poi, non è detto che non potremmo giocare insieme; già altre volte Francesco è stato schierato sulla fascia sinistra. Comunque sia, questi sono argomenti che non mi competono». Tornare alla vittoria per non perdere il contatto con le prime posizioni. «Credo che sia importante, in questo momento, pensare solo a noi stessi nel senso che dobbiamo impegnarci a fare più punti possibili senza guardare nessuno. Il Cosenza è avanti, questo è innegabile, ma questo non deve interessarci ».
E per domenica prossima 8 marzo, la società del presidente Bove, in occasione dell'incontro casalingo con il Monopoli ha invitato i propri sostenitori a gremire numerosi gli spalti del "Nicola Ceravolo".
Inoltre, in occasione della festa della donna, è stata indetta la "domenica rosa": sarà, infatti, consentito l'accesso gratis delle donne nei settori di curva "Massimo Capraro" e tribuna laterale.

1|8](Nella foto: il calciatore Mangiacasale)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?