Salta al contenuto principale

Ambiente: le Arpa regionali riunite a Catanzaro

Basilicata

I direttori delle Arpa regionali si sono ritrovati a Catanzaro per fare rete e discutere delle problematiche legate all'ambiente

Tempo di lettura: 
1 minuto 29 secondi

Un tavolo per parlae di ambiente al quale hanno preso parte i direttori generali delle Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente (Arpa) del meridione. Presenti il commissario straordinario dell’Arpacal Vincenzo Mollace, il direttore scientifico Antonio Scalzo, i direttori generali Sergio Marino (Arpa Sicilia), Luciano Capobianco (Arpa Campania), Giorgio Assennato (Arpa Puglia). L’Arpa Basilicata, attraverso il direttore generale, Vincenzo Sigillito, ha inviato la propria adesione d’intenti. Dall'incontro è emerso l'intento comune di «Pensare allo sviluppo nell’Italia meridionale di una rete comune nel delicato settore ambientale, focalizzando sulle principali sfide che nel prossimo futuro le Agenzie ambientali regionali dovranno necessariamente vincere insieme, affrontando le criticità comuni e condividendone le conoscenze». Nel corso della riunione di lavoro, il dibattito è stato concentrato anche sulle diverse aree sensibili sulle quali le agenzie ambientali, sono chiamate a lavorare: dalla certificazione dei laboratori, alle emergenze ambientali trans regionali, ai programmi comunitari dell’area obiettivo 1, non dimenticando la formazione e l’educazione ambientale sulle quali condividere progetti di ampio respiro.
L'obiettivo finale è quello di studiare progetti comuni per riuscire ad ottenere fondi comunitari al fine di realizzare attività che interessino l’intero Meridione d’Italia.
Affrontate anche le tematiche legate al rapporto con le società scientifiche ed il mondo della ricerca universitaria, anche in funzione della caratteristica di operatività delle Arpa sul territorio per quanto concerne la ricerca applicata. Un caso calabese è il Centro d’eccellenza di Tossicologia Alimentare ed il Centro d’eccellenza regionale di Epidemiologia ambientale.
«Il nostro intento – ha dichiarato il commissario straordinario, Mollace – è quello di fare rete per trovare nuove progettualità in comune, con la consapevolezza di fare parte di un sistema nazionale di agenzie ambientali in cui la condivisione delle conoscenze e delle opportunità è sempre stato tratto caratterizzante».

1|8]Nella foto il commissario straordinario dell'Arpacal, Vincenzo Mollace

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?