Salta al contenuto principale

Tenta di stuprare un’invalida poi fugge in motorino

Basilicata

La donna è riuscita a divincolarsi e a chiedere aiuto. Brutta avventura per una donna di 35 anni, invalida civile

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

Brutta avventura per una donna di 35 anni, invalida civile che ieri intorno alle 17 a Roges di Rende, ha subito un'aggressione e un tentativo di stupro. Inizialmente la donna si trovava in via Molinella nei pressi della sopraelevata, quando un uomo dalla carnagione scura si trova a bordo strada, e sembra aspettare qualcuno. Quando la donna si avvicina le piomba addosso, la trascina con la forza. La donna non riesce a divincolarsi e inizia ad urlare la sua paura.
Mentre l'aggressore tenta di trascinarla dietro una siepe, la donna riesce a divincolarsi facendo fuggire l'uomo che si allontana rapidamente, sale a bordo di uno scooter e va via facendo perdere le sue tracce.
La trentacinquenne, finalmente libera, ha immediatamente chiesto aiuto ad alcune persone presenti in un locale commerciale delle vicinanze.
Poco dopo sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Rende che hanno effettuato un primo sopralluogo.
La donna avrebbe fornito agli inquirenti un identikit sommario dell’aggressore, in quanto la scarsa illuminazione non ha certo aiutato. La vittima ricorda soprattutto il colore scuro della pelle. Tutte impotesi da verificare e da prendere col garantismo del caso. Dopo un primo interrogatorio la donna è stata accompagnata al poliambulatorio rendese e dopo all’ospedale cosentino dell’Annunziata, dove i medici hanno riscontrato diverse escoriazioni giudicate guaribili in dieci giorni. I carabinieri sono al lavoro per identificare l'aggressore.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?