Salta al contenuto principale

Il Catanzaro è vicino a Falomi

Basilicata

2ª Divisione. L’intera squadra prende le difese del compagno fischiato
Caputo: «Chi contesta Nicola non ha capito niente di calcio»

Tempo di lettura: 
1 minuto 46 secondi

Tutti uniti per tutelare Falomi dopo i fischi ricevuti domenica da una parte della tifoseria allo Stadio. Quei fischi hanno suscitato l'intento opposto e non l'hanno certo spinto a mettersi da parte, anzi.
I suoi compagni sono dalla sua parte, a difesa dell’attaccante toscano, e tra questi spicca il "Conte Max", Caputo che ha così commentato la vicenda di domenica: «I fischi a Falomi – ha dichiarto Max – mi hanno davvero molto deluso.
Evidentemente chi l’ha fischiato domenica ha davvero poco da spartire con il gioco del calcio. Falomi in queste giornate è invece stato determinante per il nostro gioco. Se io ed altri compagni abbiamo avuto la possibilità di metterci in mostra gran parte del merito va a lui che si sta sacrificando in un lavoro eccezionale molto spesso da solo contro le intere difese avversarie. E’ vero – continua Caputo – che la gente da un centravanti si aspetterebbe come prima cosa i gol ma quante sono le volte che la squadra l’ha davvero messo in grado di calciare a rete? Sia ben chiaro che non mi riferisco ad alcun compagno attuale ma parlando in generale io preferisco mille volte giocare con lui al fianco che con gente che magari maggiormente dotata invece lotta molto di meno. E per me non è un caso che i fischi siano provenuti tutte dalle Tribune e pochissimi dalla Curva dove c’è gente che sa cosa significare lottare per la propria maglia».
Una difesa accorata quella di Caputo che dovrebbe indurre a riflettere.
Caputo si è poi soffermato sul risultato complessivo della gara di domenica scorsa e sul nuovo modulo di Provenza: «Nonostante non l’avessimo quasi mai provato a mio parere l’albero di natale è andato bene. Con Corapi mi sono trovato davvero bene ed il campo finalmente agibile ci potrà dare una mano i questo finale di campionato. Abbiamo lasciato troppi punti a causa del terreno del Ceravolo, speriamo che non sia troppo tardi per la lotta al primo posto cui ancora crediamo».
Intanto sono ripresi gli allenamenti che vedono escluso Tomi, per una distorsione alla caviglia, ed è anche arrivata la prevista squalifica per un turno di Zaminga.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?