Salta al contenuto principale

Tenta di accoltellare i familiari, arrestato a Cosenza

Basilicata

Un agente di polizia intervenuto per fermarlo, è stato colpito, ed è rimasto lievemente ferito. Il fatto è accaduto in via Piave, nella città bruzia

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Erano le 23 ieri sera, quando gli agenti della polizia sono intervenuti in un abitazione su via Piave, a Cosenza, dove stava per accadere una tragedia familiare. In manette Francesco Tripodi, 45 anni, accusato di duplice tentato omicidio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Gli agenti sono intervenuti nell'abitazione a seguito di una segnalazione e all'interno, hanno trovato il 45enne che impugnando un grosso coltello, minacciava la moglie ed altri familiari presenti. Il primo tentativo dei poliziotti è stato quello di farlo desistere ma sono invece dovuti intervenire per bloccarlo e disarmarlo.
Nella collutazione un agente è stato colpito ed è rimasto leggermete ferito.
Un familiare dell’uomo invece, è stato colpito con pugni sulla testa e sul collo da Tripodi, che, continuando a minacciarlo di morte, ha estratto all’improvviso un altro coltello a serramanico, nascosto nella tasca anteriore dei pantaloni. La polizia però è riuscita nuovamente a bloccarlo. Arrestato l'uomo, la polizia ha sequestrato un coltello modello «pugnale» con una lama di 14 cm circa ed un coltello a serramanico, entrambi sottratti in flagranza di reato al Tripodi, ed un terzo coltello da cucina, poggiato su un tavolo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?