Salta al contenuto principale

Crotone: spacciavano nel negozio di frutta

Basilicata

In manette due persone, una donna ed un uomo di 42 e 38 anni, accusati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

La Polizia ha stretto le manette ai polsi di due persone, a Crotone, accusate di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Antonia Scarpitta, 42 anni, e Rocco Garofalo, 38 anni, con precedenti specifici, sono stati arrestati dopo che gli agenti hanno fatto irruzione in un magazzino nel popolare quartiere "Gesù", nel quale sono stati trovati 186 grammi di eroina, in particolare due grosse pietre e altre dosi già pronte per lo spaccio.
La polizia ha così deciso di estendere la perquisizione anche ad un negozio di frutta, ubicato nello stesso quartiere, di proprietà di Scarpitta, dove in quel momento si trovava anche Garofalo. Nell’esercizio commerciale gli agenti hanno trovato le chiavi del magazzino nel quale era nascosta la droga.
Secondo gli investigatori i due attendevano i clienti nel negozio e una volta ricevuta la richiesta di acquistare le dosi si recvano nel magazzino a prelevarle.
Antonia Scarpitta inoltre, è la moglie di Giuseppe Macrì, 55 anni, che si trova detenuto insieme ad altri componenti dello stesso nucleo familiare nell’ambito dell’indagine Heracles. In questi giorni si sta celebrando l’udienza preliminare davanti al gup di Catanzaro, Battaglia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?