Salta al contenuto principale

Morto il rumeno che si era dato fuoco a nel Reggino

Basilicata

Dopo tre giorni di agonia presso il centro grandi ustionati di Napoli, Iulian Ionescu di 32 anni è deceduto. La moglie aveva minacciato di lasciarlo, così, l'uomo si era cosparso di benzina

Tempo di lettura: 
0 minuti 35 secondi

E' morto nel Centro grandi ustionati di Napoli dopo tre giorni di agonia Iulian Ionescu, di 32 anni, il manovale romeno che nella notte tra domenica e lunedì si era dato fuoco nella sua abitazione di Roccella Ionica. L'uomo aveva litigato con la moglie per questioni coniugali. Si era denudato e cosparso di benzina dandosi fuoco davanti alla donna, che ha 28 anni, e fa la cuoca, e alla figlioletta di 5 anni, svegliata dalle urla della coppia. Le condizioni di Ionescu erano apparse subito disperate con ustioni sull'85% del corpo, dalle ginocchia in sù. Proprio per le sue condizioni era stato trasferito nel centro grandi ustionati di Napoli. Anche la donna è ferita gravemente, ma non è in pericolo di vita.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?