Salta al contenuto principale

Reggina, la rincorsa continua

Basilicata

Serie A. Le prossime due gare consecutive in casa decideranno il destino degli amaranto. Nonostante lo stop di San Siro la zona salvezza non è irraggiungibile

Tempo di lettura: 
1 minuto 23 secondi

Gli amaranto sono ancora in corsa per la salvezza, nonostante la sconfitta contro l'Inter. La Reggina ha perso ma le altre tre concorrenti, Lecce, Torino e Bologna non stanno facendo meglio. Col Chievo in forte risalita, la lotta per evitare gli ultimi tre posti si è ridotta, infatti, a sole quattro squadre.
Mantiene questa speranza il presidente Lillo Foti (nella foto) che a fine gara ha dichiarato
che la Reggina non può perdere di vista l’obiettivo principale: ”Dobbiamo continuare a credere – ha affermato il massimo dirigente – ed anche i giocatori sono dello stesso avviso anche se a San Siro mi sono sembrati un po’ troppo rispettosi dell’Inter. Adesso arriva la sosta, ma le due prossime gare interne, saranno decisive per continuare a sperare. A mio avviso, quindi, i presupposti per continuare a sperare sono ancora untatti, ci crediamo ma l’importante è che lo facciamo tutti”.
Adesso sarà necessario ottenere risultati in casa e le prossime due gare consecutive e interne, potrebbero essere un'opportunità.
La Reggina guarda anche alle dirette concorrenti ma deve pensare a se stessa e quindi, è chiamata a vincere in virtù di un ristretto numero di gare che la separano dalla fine del campionato e del divario di sei punti che separa la squadra amaranto dal quartultimo posto.
Subito dopo la sosta, sono in programma i due match al Granillo contro Genoa e Udinese; la prima in corsa per la zona Champions e la seconda sempre temibile anche perché non per caso ha superato il turno in coppa UEFA, eliminando i detentori del titolo, lo Zenith nel doppio confronto delle scorse settimane.
L'ottimismo è dato anche dalle prossime gare non facili per le altre squadre.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?