Salta al contenuto principale

Vibo-Vigor Lamezia, un derby da "bivio"

Basilicata

Due sconfitte consecutive, l'imperativo è dunque soltanto vincere e proseguire nella scalata per la salvezza per la Vibonese di Di Mauro e compagni chiamata a ripetere quanto di buono fatto nell'ultim

Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

Due sconfitte consecutive, l'imperativo è dunque soltanto vincere e proseguire nella scalata per la salvezza per la Vibonese di Di Mauro e compagni chiamata a ripetere quanto di buono fatto nell'ultimo turno casalingo, quando, vincendo al cospetto di un buon Barletta, riuscì a conquistare i tre punti fondamentali per mantenere un vantaggio sostanziale rispetto alla quintultima.
Margine che annovera ben quattro punti rispetto alla zona play out e che in casa rossoblu tutti auspicano possa rimanere almeno invariato. Almeno invariato, perché vincendo, in una giornata che almeno sulla carta si preannuncia favorevole per la formazione di Angelo Galfano, il vantaggio potrebbe essere anche incrementato. Insomma, contro la Vigor Lamezia questo la Vibonese non dovrà fallire. Lo sa bene la squadra e il tecnico Angelo Galfano, che negli ultimi dieci giorni hanno preparato con scrupolo il derby.
LA FORMAZIONE
Con Iadaresta squalificato e Pirrone ancora non al top della forma, il tecnico Angelo Galfano questo pomeriggio si affiderà ad un 4-3-3, suscettibile a variazioni in corsa. E' ormai noto: quella plasmata dall'allenatore siciliano è una formazione camaleontica. In grado di adattarsi senza grandi problemi alle esigenze tattiche di Galfano, un trainer che sa leggere molto bene le partite e che in virtù dei momenti ama cambiare assetto ai suoi. In ogni modo, almeno dal primo minuto, la Vibonese dovrebbe essere schierata secondo il 4-3-3, con Taua terminale offensivo supportato, ai lati, da Melis e Di Franco. A centrocampo, con Pirrone che non sarà dell'incontro, confermata la fiducia a Ruscio, che in mediana sarà affiancato con ogni probabilità da capitan Di Mauro e il giovane Polito, il quale non agirà da trequartista bensì da mediano. Novità anche in difesa, dove Galfano riconfermerà tre quarti del reparto schierato nell'ultimo turno di campionato contro l'Igea Virtus. Infatti, dal primo minuto il tecnico rossoblu dovrebbe dare una maglia da titolare al giovane Bica, preferito a Santonocito.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?