Salta al contenuto principale

Riace: caso Alfano, le cimici raccontano
il tentato omicidio

Basilicata

Il giovane (nella foto) sfuggì a un agguato insieme alla fidanzata. Pochi giorni dopo sparì. Le fasi concitate e la sparatoria rivissute attraverso le voci dei due aggressori

Tempo di lettura: 
3 minuti 32 secondi

di RAFFAELLA RINALDIS
“CHE facciamo? … se si ferma al semaforo, mi fermo, lo tolgo dalla macchina.. me ne fotto, che non rischiamo che vada brutto”. Questo il programma dei due killer che nella notte del 26 novembre del 2004 stavano organizzando l'uccisione di Nicola Alfano. Un disegno di morte che correva nell'etere. I due erano registrati
grazie alla microspia che la polizia monitorava. Di seguito una parte della
conversazione che i due killer ebbero nella macchina mentre inseguivano, a loro insaputa, Alfano e la fidanzata. Era dopo la mezzanotte, si sente qualcuno
arrivare correndo, probabilmente vicino alla macchina per poi entrare nella stessa:
Voce 2- “Chiudi, chiudi”,
Voce 1 -“”Vai Vai!”
Voce 2- “Togli il freno a mano”
Voce 2 -“Si allontana!”
Voce 1 -“vai” Voce 2 -“Vado?”
Voce 2 - “Compare, non parte” (probabilmente l'auto non avendo la chiave viene fatta partire diversamente e i due incontrano problemi, sono concitati).
Voce 1 - “Mina non ti preoccupare, mannaia….”
Voce 2 - “…..quale porta è aperta?” (forse lampeggiava una spia che indicava le
portiere aperte)
Voce 1 - “Non ti preoccupare”
Voce 2 - “Ha la fidanzata …dietro”
Voce 1 - “Si, se ha la fidanzata giro”
Voce 2 - “Troppo tardi, questa cazzo di....”
Voce 2 - “Che arriva una macchina dietro”
Voce 1 - “chiudi chiudi, gira”
Voce 2 - “E' quello?”
Voce 1 - “E' quello”
Voce 1 - “Lo passo?”
Voce 2 - “Passalo. Vedi se è con la fidanzata”
Voce 1 - “è con la fidanzata”
Voce 2 - “Torna indietro. Vai che è andato verso là, è andato verso là”
Voce 2 - “Nasconditi, nasconditi, vai, vai vediamo…. tranquillo”
Voce 2 - “erano loro?”
Voce 1 - “No no, vado piano. È con la ragazza questo culuto di ….. Lo facciamo lo stesso?”
Voce 1 - "bestemmia“ abbiamo una macchina dietro però”
Voce 2 - “Ah?”
Voce 1 - “una macchina dietro
”Voce 2 - “e dove vai?”
Voce 1 - “una macchina dietro mannaia a dinci!”
Voce 2 - “una macchina”
Voce 1 - bestemmia
Voce 2 - bestemmia anche lui “Non ha voluto sentire niente…. Almeno avevamo tempo” (a chi si riferisce l'uomo? Pare stia parlando di qualcuno che non ha voluto sentire ragioni)
Voce 1 - “Ha la fidanzata comunque là dentro, Dome, non possiamo fare niente”
(l'uomo che sembra più preoccupato per la ragazza chiama l'amico Dome, generalmente diminutivo di Domenico, si tratta di persone diverse dagli imputati che si chiamano Denis e Damiano o è stato adattato Dome per Damiano?)
Voce 1 - “Se ne parla per domani. Se ne va per là. Andiamocene che la fidanzata sennò.. andiamocene, vah!” bestemmia.
Voce 1 - “lo inseguiamo?”
Voce 2 - “Lo tamponerei io”
Voce 1 “No, ha la fidanzata. Oh, se vuole che si fa pure la fidanzata…” (altro riferimento a una terza persona) “..per me non ci sono problemi, eh! Però poveraccia che c… colpa. Da una parte è meglio, ma da un'altra …Chiamalo, rimprovalo per tele... Oh, oh, animale vedi che 'ndi mpiccicannu” (di chi
stanno parlando? Del palo che non li ha avvisati della presenza della ragazza?
Del mandante che li sta mettendo in una brutta situazione?)
Voce 2 - “Ah?”
Voce 1 - “Oh animale, vedi che 'ndi mpiccicannu (attaccano? Sta per arrestano?)
Voce 1 - “Andiamocene, va. Conviene che ce ne andiamo, no?”
Voce 2 - “………in questo modo. Bestemmia, era fatto, era!”
Voce 1 - “e se andiamo verso qui? Se ci vede il padrone ci fa saltare tutto, non possiamo fare niente più. Che facciamo?”
Voce 2 - “Vai vai”
Voce 1 - “E a Riace è il più brutto. Il padrone ….. ti vede la macchina, che facciamo? Chiama i Carabinieri…… che non abbiamo niente. Ma insegui a lui, no?” Voce 1 - “vedi chi sono questi qua dietro”
Voce 2 - “Mo' passa”
Voce 1 - “Che facciamo? Se si ferma al semaforo mi fermo, lo tolgo dalla macchina …”.
Un rumore di sportello fa presagire che davanti al semaforo si sta per consumare
il delitto, ma la macchina della polizia, probabilmente la stessa che vedevano
dietro di loro, interviene, vengono esplosi dei colpi di arma da fuoco, un urlo e le ultime parole registrate dalla microspia:
Voce 1 - “ci stanno sparando?”
Voce 2 - “No, no”
Voce 1 - “usciamo di qua, scendi, scendi!” , l'auto si ferma
Voce 1 “no, no vieni di qua”
Voce 2 “prendi tutto, prendi tutto. Te, te, prendi tutto”
Alfano e la fidanzata sono salvi, il poliziotto rimane ferito ad un braccio, i killer si dileguano nel buio. Dopo 24 giorni Alfano sparirà.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?