Salta al contenuto principale

Deposito abusivo di Gpl sequestrato a Praia

Basilicata

Sono stati sottoposti al provvedimento ben 7.812 chilogrammi di combustibile oltre all’area di 3.000 metri quadri nella quale erano presenti le 516 bombole. Denunciato il titolare

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

La Guardia di Finanza di Scalea hanno portato a termine il sequestro di un impianto di commercializzazione abusivo di gas propano liquido a Praia a Mare, località Fosse. Sono stati infatti ben 7.812 i chilogrammi di combustibile sottoposto a sequestro dalle fiamme gialle, oltre all’area di 3.000 metri quadri nella quale erano presenti le 516 bombole che contenevano il G.P.L, mentre il responsabile della gestione e dell’uso dell’impianto abusivo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Paola. I finanzieri sono arrivati al sequestro al termine di una intensa attività info-investigativa, volta ad acclarare le violazioni in materia di vendita di G.P.L., fenomeno tenuto sotto esame non solo per quanto concerne l’aspetto economico, ma soprattutto per la tutela degli abitanti che vivono nei pressi dei depositi non a norma, a volte ignari della vicinanza ad un pericolo così elevato. Il deposito è localizzato nei pressi di un piccolo agglomerato di case e, pertanto, è risultato essere molto pericoloso per l'incolumità pubblica, in quanto privo delle più elementari norme di sicurezza, nonchè sprovvisto di tutte le autorizzazioni rilasciate dagli organi preposti, poichè le bombole erano detenute in totale dispregio della normativa in materia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?