Salta al contenuto principale

Sisma in Abruzzo, parte il primo convoglio
della Croce Rossa calabrese

Basilicata

Volontari appartenenti a tutte le componenti della CRI e a tutte le provincie della regione, trascorreranno la Pasqua con gli sfollati. Ai bambini abruzzesi colpiti dal terremoto distribuiranno anche

Tempo di lettura: 
2 minuti 47 secondi

Tutto è ormai pronto per la partenza del primo convoglio di aiuti per le popolazioni colpite dal sisma dell’Abruzzo. Almeno quindici saranno i volontari appartenenti a tutte le componenti della Croce Rossa Italiana ed a tutte le provincie della Regione Calabria a testimonianza del principio di unità del movimento internazionale.
La partenza è prevista per le ore 24 di oggi dal Comitato CRI di Crotone luogo presso il quale si riuniranno per gli ultimi preparativi coloro i quali hanno deciso di trascorrere la Pasqua lontano dalle proprie famiglie per essere vicino alla gente d’Abruzzo. Per porgere un augurio particolare per il lungo viaggio ed il duro impegno sarà presente il commissario regionale CRI Calabria Helda Nagero la quale consegnerà al commissario provinciale CRI di Crotone Antonio Greco, che prenderà parte alla missione in qualità di volontario, un simbolica colomba pasquale recante un messaggio di speranza diretto al commissario provinciale CRI di L’Aquila ed a tutti i volontari impegnati nei soccorsi che manifesteranno questo gesto attraverso la distribuzione ai bambini abruzzesi di oltre 2000 uova di pasqua donate in questi giorni alla Croce Rossa dalla popolazione calabrese.
Dalla Provincia di Cosenza. Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, “profondamente turbato come tutti per l’immane tragedia che ha colpito l’Abruzzo per il violento terremoto di lunedì scorso”, esprime, il giorno delle funerali delle vittime, solidarietà alle popolazioni colpite, rende noto di aver devoluto la sua indennità di consigliere provinciale (di Cosenza) alla iniziativa di raccolta fondi promossa dalla Regione Abruzzo, invita tutti gli eletti dei vari Enti a devolvere le loro indennità, chiede alle Istituzioni, Associazioni e cittadini, di “dare un aiuto immediato e concreto, un segno tangibile di vicinanza e solidarietà, agli sfollati e alle famiglie delle vittime di questo terribile sisma”. Corbelli chiede in particolare che la Provincia di Cosenza, che per iniziativa del Gruppo Diritti Civili, è stato il primo Ente pubblico italiano ad aiutare le popolazioni del Sud Est Asiatico (colpite, nel dicembre 2004, dal violento maremoto), del Pakistan, devastata da un terribile terremoto, nel 2005, si adoperi concretamente promuovendo una sottoscrizione popolare (apertura di un conto corrente per una raccolta fondi) e mettendo a disposizione, come Ente, il massimo delle risorse finanziarie disponibili, per iniziative eccezionali di solidarietà, per dare un aiuto concreto (in denaro, come chiede la Protezione Civile ) alle popolazioni così duramente colpite dal violento sisma”. “La tragedia che ha colpito l’Aquila e la sua provincia deve far crescere la solidarietà popolare. Dobbiamo tutti fare qualcosa di fronte ad una catastrofe così grande e alle grida di aiuto che arrivano dall’Abruzzo. Bisogna aiutare gli sfollati, le famiglie delle vittime del terremoto. Diritti Civili ha fatto come sempre la sua parte, devolvendo la mia indennità di consigliere provinciale alla iniziativa promossa dalla Regione Abruzzo. Indennità che in questi cinque anni ho devoluto per decine di iniziative di solidarietà e casi umanitari, in Italia e all’estero. La Provincia di Cosenza promuova l’apertura di un conto corrente, una raccolta di fondi e metta subito a disposizione una consistente somma da adoperare subito per portare aiuto economico alla sfortunata popolazione aquilana”.
Il Cosenza calcio. La società Cosenza calcio ha comunicato di aver deciso di devolvere parte dell'incasso della partita che si disputa domani contro l'Andria, ai terremotati dell'Abruzzo. Una raccolta di fondi e materiale dovrebbe essere messa in piedi anche dalla tifoseria cosentina.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?