Salta al contenuto principale

Catanzaro, un amaro tonfo casalingo

Basilicata

Vendica la debacle dell’andata il Melfi violando il finora imbattuto "Ceravolo" e sfruttando al meglio le indecisioni dei padroni di casa. Un 1-2, e giallorossi incartati nonostante il vantaggio inizi

Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

Un 1-2 per il Melfi e vendetta degli ospiti per la debacle dell’andata, violando il finora imbattuto Ceravolo con una gara estremamente giudiziosa e sfruttando al meglio le indecisioni e le discutibili scelte tecniche operate dai padroni di casa. Nonostante infatti il vantaggio immediato regalatogli da Iannelli (con la complicità di Castaldo prima e Russo successivamente), il Catanzaro si è letteralmente incartato con il passare dei minuti consegnando il controllo del centrocampo agli ospiti nobilitati dalla sontuosa prestazione di De Angelis che per l’intero corso della gara ha annichilito con la sua tecnica ed i suoi movimenti l’incerta retroguardia ospite poi schiantata dalla magistrale punizione di Mitra a circa dieci minuti dal termine.
Con questa sconfitta il Catanzaro, oltre ad abdicare definitivamente a qualsiasi opportunità di promozione diretta, mette a serio repentaglio il secondo posto al momento ancora detenuto grazie allo sosta forzata del Gela mentre il Melfi, con i tre punti del Ceravolo, si allontana in maniera pressocchè definitiva dalla zona play-out.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?