Salta al contenuto principale

Cosenza, al via mercoledì "La Primavera del cinema italiano"

Basilicata

A Cosenza da mercoledì 15 aprile, la terza edizione del festival «La Primavera del cinema italiano -Premio Federico II»

Tempo di lettura: 
1 minuto 35 secondi

E' stato presentato giovedì scorso a Cosenza il cartellone della terza edizione del festival «La Primavera del cinema italiano-Premio Federico II» che prenderà il via mercoledì 15 aprile con la proiezione del film «Iago».
Alla serata parteciperà l’attore Nicolas Vaporidis (nella foto).
Tra gli ospiti che si alterneranno sul red carpet della manifestazione Giancarlo Giannini, Valeria, Golino, Luigi Lo Cascio, Neri Marcorè.
Il cartellone è stato illustrato dagli organizzatori durante la conferenza stampa di presentazione. Ospiti dell’incontro il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio; l'assessore alle Attività produttive del Comune di Cosenza, Maria Rosa Vuono; Nicola Paldino, presidente della Bcc Mediocrati e Giovanni Guagliardi per Confindustria-Cosenza e Agis Calabria.
A presentare il programma il direttore artistico del festival, Alessandro Russo e il presidente dell’associazione culturale «Le Pleiadi», Giuseppe Citrigno. «Saranno quattro giorni – hanno detto gli organizzatori – che promuoveranno il cinema italiano». Quattro i film in concorso che saranno proposti tra il Cinema Citrigno e il supercinema Modernissimo: «Ex» di Fausto Brizzi; «Due partite» di Daniele Nannuzzi; «Gli Amici del bar Margherita» di Pupi Avati; «Giulia non esce la sera» di Giuseppe Piccioni.
E sei proiezioni speciali: «Iago» di Volfango De Biasi; «La Siciliana ribelle» di Marco Amenta; «Stella» di Sylvie Verheyde; «Tony Manero» di Pablo Larrain; «Stare fuori» di Fabiomassimo Lozzi. Una sezione sarà dedicata alla visione de “La rabbia di Pasolini», ipotesi di ricostruzione, per mano di Giuseppe Bertolucci, del film diretto nel 1963 da Pasolini e Giovanni Guareschi. Il pubblico potrà votare il suo film preferito all’uscita della sala, compilando un’apposita scheda di gradimento.
1 euro, il costo simbolico del biglietto. L’intero incasso sarà devoluto all’associazione di volontariato «Gianmarco De Maria» che si occupa dei bambini ospedalizzati dell’Annunziata di Cosenza.
“Questo danaro – ha spiega il presidente dell’associazione, Franco De Maria - confluirà nei fondi che stanzieremo a sostegno dei nostri fratelli abruzzesi, colpiti in questi giorni dal terribile sisma».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?