Salta al contenuto principale

Esodo pasquale, attivato il Piano Anas

Basilicata

Il piano Anas, in vigore dallo scorso 9 aprile durerà fino a lunedì 4 maggio il concordato con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la gestione del traffico nelle festività

Tempo di lettura: 
2 minuti 34 secondi

E' scattato lo scorso 9 aprile e fino a lunedì 4 maggio 2009, sarà in vigore il piano Anas, e comprenderà oltre all'esodo pasquale anche i "ponti" del 25 aprile e del 1° maggio sulle strade e le autostrade italiane.
Un forte incremento del traffico, è previsto in particolare dalle ore 17:00 alle ore 22:00 di lunedì 13 aprile.
I flussi di aumento della circolazione riprenderanno, infine, nei giorni precedenti e successivi ai tradizionali ponti di primavera del 25 aprile e del 1* maggio.
Le lunghe percorrenze sulla direttrice nord-sud verranno favorite dalla rimozione dei cantieri mobili disposta dall’Anas su tutta la rete nei giorni del fine settimana (dalle ore 12 del venerdì alle ore 12 del lunedì successivo) e dal blocco dei mezzi pesanti, disposto con decreto del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, che non potranno viaggiare domani, lunedì di pasquetta, dalle ore 8,00 alle ore 22,00, e ancora nella giornata di martedì 14 aprile dalle ore 8,00 alle ore 14,00, nella giornata di venerdì 24 aprile dalle ore 16,00 alle 22,00, sabato 25 aprile dalle ore 8,00 alle ore 22,00, giovedì 30 aprile dalle ore 16,00 alle 22,00, venerdì 1* maggio dalle ore 8,00 alle ore 22,00 e, naturalmente, la domenica, dalle ore 7,00 alle ore 24,00.
Nei casi in cui la rimozione dei cantieri non sia tecnicamente possibile, verranno attuati tutti gli accorgimenti necessari a garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione. Sulle strade e autostrade in gestione diretta, l’Anas impiegherà 1.200 unità per le attività di sorveglianza e pronto intervento, metterà in campo circa 700 automezzi e, grazie alle Sale Operative Compartimentali dislocate sul territorio nazionale, monitorerà 24 ore su 24 la rete stradale italiana in coordinamento con la Sala Operativa Nazionale e con il Centro di Coordinamento Nazionale di viabilità.
Il piano Anas per limitare i disagi e garantire i necessari standard di sicurezza ed assistenza agli automobilisti in viaggio sulla A3 Salerno-Reggio Calabria prevede la riduzione lungo l’intero tracciato dei cantieri mobili, il pattugliamento eseguito dalle squadre di pronto intervento, 24 ore su 24, in collaborazione con la Polizia stradale e la Protezione civile, e l’attivazione di postazioni multi operative lungo tutta l’A3, e soprattutto in corrispondenza dei tratti autostradali interessati dai cantieri inamovibili. Nel periodo dell’esodo i maggiori disagi alla circolazione si potrebbero verificare nel tratto all’altezza di Sicignano (nel salernitano) e nell’area del 2' macrolotto, dove sono presenti i cantieri inamovibili.

Sono cominciati nelle prime ore del pomeriggio i flussi di traffico in direzione sud sull'autostrada A3 Salerno – Reggio Calabria in occasione dell’esodo di Pasqua come previsto anche dal piano Anas. Al momento – è scritto in una nota dell’Anas – si registra traffico molto intenso nel tratto salernitano, in direzione sud fino allo svincolo di Campagna, dove si consiglia ai veicoli leggeri il percorso alternativo della strada statale 19, con uscita a Campagna in direzione sud e rientro in autostrada a Petina. Forti rallentamenti e code a tratti tra gli svincoli di Contursi e Sicignano dove sono presenti scambi e restringimenti di carreggiata per lavori di ammodernamento. I tempi di percorrenza in questo tratto sono di circa 60 minuti. Rallentamenti si registrano anche nel tratto in avvicinamento al secondo macrolotto tra Padula e Lagonegro e sul tratto calabrese tra Cosenza nord e Cosenza sud

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?