Salta al contenuto principale

Catanzaro, analisi obbligata

Basilicata

2ª Divisione. Lascia qualche dubbio la scelta di non schierare Max Caputo con il Melfi. Alla ripresa riflessione sugli ultimi due stop che minano la classifica

Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

Nell’anticipo di campionato per le festività pasquali, il Catanzaro “si regala” la prima sconfitta casalinga. Un regalo confezionato dal solito De Angelis e dall’imperturbabile Mitra (gli autori delle due reti del Melfi) che, oltre a dare tranquillità di classifica alla propria squadra, consegnano a quella di Provenza qualche argomento su cui riflettere alla ripresa dell’attività. Una partita indecifrabile per i tremila circa del Ceravolo sia per il gioco espresso dal Catanzaro che per le scelte di Provenza. Una su tutte quella che ha lasciato fuori dai giochi Max Caputo (nella foto). Affaticamento muscolare o scelta di opportunità, considerato che l’attaccante era in diffida? Un modo come un altro per assicurasi la sua presenza nella delicata sfida di domenica prossima con il Gela? Domande per le quali la tifoseria aspetta sicuramente buona risposta.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?