Salta al contenuto principale

Loiero a tutto campo: «Lavoro per l’unità della Calabria»

Basilicata

Il Governatore è netto: "Sono stato zitto per mesi, ora fatemi parlare". Durante una conferenza stampa dice la sua sul Ponte, su Reggio città metropolitana e bacchetta Scopelliti

Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

Il Governatore Agazio Loiero davanti ad una platea di sindaci e amministratori di tutta la regione, presidenti di Province, parlamentari, non elude il problema al centro del dibattito politico di queste ultime settimane e neanche la polemica con il sindaco di Reggio, Giuseppe Scopelliti. «Sono stato zitto per due mesi, ora fatemi parlare». Durante la conferenza stampa convocata stamattina sulle polarità urbane deliberate dalla Giunta nella sua ultima riunione parla dell'area dello Stretto e di Reggio Città metropolitana .
«Io – dice Loiero – lavoro per l’unità della Calabria. Non voglio fare polemiche, sono stato fatto oggetto di un attacco non usuale e nonostante tutto ho telefonato al sindaco di Reggio per invitarlo. Vedo che non c'è e non c'è nessuno della sua giunta. Partiamo dalla città metroplitana: io – prosegue il Presidente della Regione – sono soddisfatto che Reggio sia città metroplitana. Reggio è una città importante, che io amo. Però il passaggio all’area metropolitana dello Stretto è un fatto che mi preoccupa per l’unità della regione». Qui Loiero ha elencato tutti i rischi, a suo avviso, che si corrono ed ha concluso sul punto rilevando come «l'idea dell’area integrata che guarda a Messina è un errore strategico». Molti i motivi elencati da Loiero, tra l’altro il fatto che Messina faccia parte di una Regione a Statuto speciale ed il diverso ruolo delle due città: «io – ha proseguito – non accetterei che Reggio si potesse staccare dalla Calabria. Deve restare a mio avviso in questa regione».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?