Salta al contenuto principale

Prostituzione, colombiana arrestata a Pizzo

Basilicata

Astaiza Estela, 30 anni, è finita in manette per aver trasformato la sua abitazione in una vera e propria casa chiusa. L'accusa è di agevolazione e tolleranza della prostituzione

Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

Aveva trasformato il suo appartamento in una vera e propria casa di appuntamento, ma i Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, hanno interrotto l'attività, arrestando la meretrice, una colombiana di 30 anni. Il fatto è avvenuto nel centro abitato di Pizzo Calabro, dove Astaiza Estela è stata arrestata con l’accusa di agevolazione e tolleranza della prostituzione.
I militari insospettiti da quel via vai di gente che entrava e usciva da quell'abitazione posta nel centro storico del paese e a pochi metri dalla chiesa di San Francesco, dopo una serie di appostamenti, hanno fatto irruzione, sorprendendo la colombiana insieme con un’altra connazionale, A. M. di 28 anni, mentre stavano riscuotendo la somma pattuita da un cliente. I militari hanno anche accertato come l'appartamento venisse utilizzato come casa di appuntamenti in cui, oltre a fornire le proprie prestazioni, la donna consentiva anche alla connazionale di «lavorare» al sicuro da sguardi indiscreti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?