Salta al contenuto principale

Cosenza, sequestro preventivo di beni al clan Forastefano

Basilicata

Il sequestro interessa tutti i beni mobili ed immobili a lui riconducibili, acquisiti al patrimonio familiare dal 2002 in poi. L'ammontare si aggira intorno al milione di euro

Tempo di lettura: 
0 minuti 28 secondi

Un provvedimento di sequestro preventivo di beni è stato emesso dal Tribunale di Cosenza, nei confronti di Leonardo Forastefano, di Cassano Jonio (CS). L'uomo è ritenuto il capo dell’omonima cosca operante nella Sibaritide. Il sequestro interessa tutti i beni mobili ed immobili a lui riconducibili, acquisiti al patrimonio familiare dal 2002 in poi. L’ammontare, ingente, non è stato ancora pienamente quantificato ma pare si aggiri intorno al milione di euro. Il provvedimento è stato affidato, per l’esecuzione, a personale della Polizia di Stato dell’Ufficio Misure di Prevenzione della Questura di Cosenza, coaudiuvato dal Reparto Prevenzione Crimine Calabria.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?