Salta al contenuto principale

Il Gela vince e la città di Cosenza ora freme

Basilicata

Grande attesa per la partita col Cassino. A Catanzaro trasferta vietata. Ieri il Ko della squadra siciliana alla Val Di Sangro battuta per due reti a zero

Tempo di lettura: 
1 minuto 5 secondi

Missione compiuta per il Gela che, dopo aver regolato il Catanzaro distanziandolo di tre punti, supera anche la Val di Sangro nel recupero vedendo così raddoppiare il suo vantaggio. Risultato? Secondo posto blindato, sei punti di vantaggio a 4 partite dalla chiusura del campionato rappresentano un distacco decisamente rassicurante.
Intanto nella città dei lupi, sale la febbre per la prossima gara di campionato di Seconda Divisione girone C. Il quadro, da ieri pomeriggio alle 16 e 45 è chiaro, ora più che mai dopo la vittoria del Gela nel recupero con il Val Di Sangro per due reti a zero. Domenica con il Cassino la festa è più che mai possibile. Per il Cosenza 1914, infatti, con una vittoria sui laziali e con un concomitante mancata vittoria del Gela a Noicattaro, la promozione in Prima Divisione sarebbe cosa fatta.
Domenica è previsto al San Vito, il pubblico delle grandi occasioni che potrebbe salutare il possibile trapasso del Cosenza 1914 verso la promozione diretta in Prima Divisione. Il Cosenza calcio fa sapere che «è utile acquistare in prevendita i tagliandi della partita, onde evitare spiacevoli file ai botteghini domenica mattina e al pomeriggio».
Intanto arriva anche la "scontata" notizia del divieto di trasferta ai tifosi cosentini a Catanzaro. Ieri è arrivata la decisione del Casmsche ha comunicato la chiusura del settore ospiti nella gara del 3 maggio al Ceravolo di Catanzaro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?