Salta al contenuto principale

Deve espiare una condanna, giovane cosentino
in manette

Basilicata

Giovanni Aloise, 22 anni, da gennaio si sottraeva a un Provvedimento di carcerazione per una pena di quattro anni. L’uomo, ritenuto colpevole di una rapina aggravata

Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

La Mobile di Cosenza ha arrestato Giovanni Aloise di 22 anni. L’uomo, con precedenti contro il patrimonio e la persona è stato rintracciato in un abitazione di Via Acri nel centro del capoluogo. Dallo scorso gennaio Aloise si era sottratto ad un Provvedimento di carcerazione per una detenzione di quattro anni. L’uomo, ritenuto colpevole di una rapina aggravata commessa a Belvedere Marittimo nell’agosto del 2004, quando ancora minorenne, nonchè per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti risalente al marzo 2007, lo scorso dicembre si era reso irreperibile facendo perdere le proprie tracce. Da allora gli investigatori della Squadra Mobile, non escludendo il suo coinvolgimento in altri episodi delittuosi avvenuti a Cosenza, avevano iniziato un lento lavoro necessario per ricostruire i suoi spostamenti. I poliziotti della Sezione Antirapina sono riusciti inizialmente a circoscrivere l’area dove poter localizzare il latitante. Ieri la svolta quando in una delle palazzine osservate è entrata una familiare del latitante. Dopo poco l’irruzione. L’uomo non ha opposto resistenza facendosi ammanettare.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?