Salta al contenuto principale

Duisburg: slitta la decisione dei giudici olandesi
sull'estradizione di Strangio

Basilicata

Ieri ad Amsterdam l’udienza durante la quale i giudici olandesi hanno deciso di rinviare ogni decisione

Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

E' slittata al 13 maggio la decisione dei giudici olandesi sull'estradizione di Giovanni Strangio, accusato di essere il responsabile della strage di Duisburg compiuta nell’ambito della faida di San Luca (Rc).
Ieri mattina ad Amsterdam si è svolta l’udienza durante la quale gli stessi giudici hanno deciso di rinviare la decisione dopo aver verificato alcuni aspetti riguardanti gli accordi in materia di estradizione.
Giovanni Strangio è stato arrestato nel marzo scorso dalla polizia proprio ad Amsterdam dopo due anni di latitanza. Nella strage compiuta in Germania nel ferragosto del 2007 furono uccise sei persone ritenute vicine alle famiglie dei Pelle-Vottari che da anni si contrappongono a quella dei Nirta-Strangio nell’ambito della faida di San Luca.
La strage di Duisburg, secondo gli investigatori, fu la reazione contro l’omicidio di Maria Strangio, moglie di Giovanni Luca Nirta, uno dei presunti capi dell’omonima cosca, uccisa il 25 dicembre del 2006.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?