Salta al contenuto principale

Agguato a Palmi, ucciso un autotrasportatore

Basilicata

Si fa anche l'ipotesi di una vendetta per una faida di 'ndrangheta per risalire al movente dell’omicidio di Vincenzo Napoli. Il padre della vittima era stato assassinato agli inizi degli anni '80

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

Si fa anche l'ipotesi di una vendetta per una faida di 'ndrangheta per risalire al movente dell’omicidio dell’autotrasportatore Vincenzo Napoli, ucciso nel pomeriggio di sabato in un agguato a Palmi. Il padre della vittima era stato ucciso agli inizi degli anni '80 nell’ambito della faida tra le famiglie Condello, cui appartiene la madre di Napoli, e Gallico. Lo scontro tra le due famiglie, negli ultimi anni, non aveva fatto registrare omicidi.
A sparare contro l’autotrasportatore è stata una persona che viaggiava a bordo di una moto guidata da un complice. I due hanno affiancato il trattore condotto da Napoli ed hanno fatto fuoco con una pistola. I carabinieri della Compagnia di Palmi stanno sentendo alcuni parenti di Napoli, che era stato sposato ma aveva poi divorziato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?