Salta al contenuto principale

Il derby tra aquile e lupi non scontenta nessuno

Basilicata

2ª Divisione. Catanzaro propositivo, Cosenza attento. I Lupi a un punto dalla promozione. Due traverse dei giallorossi nel primo tempo. Nella ripresa poche emozioni

Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

Il Cosenza festeggerà la sua seconda consecutiva vittoria di campionato tra sette giorni contro il Melfi mentre il Catanzaro, con il pari di ieri, ha perso anche la terza posizione e dovrà ancora faticare per conquistare la migliore griglia per i play-off per poi cercare di raggiungere in Prima Divisione i “cugini” rossoblu. Il superderby di Calabria, è stato vissuto soprattutto dalla squadra giallorossa, che nella prima frazione, ha avuto tre clamorose palle gol per andare in vantaggio replicate da una quarta ad inizio ripresa.
Dall'altra parte, il Cosenza, giunto in evidente difficoltà fisica in questo finale di torneo, ha il merito di avere capito subito, forse anche prima della disputa della gara, che più di un pareggio al Ceravolo non avrebbe potuto
ottenere.
Al Ceravolo la Curva Massimo Capraro ha urlato i soliti cori dedicati ai “cugini” la cui tifoseria è purtroppo assente.
Le formazioni si schierano in campo in composizione tattica a specchio, entrambe con il 4 - 4 - 2 di partenza. I primissimi minuti vedono il Cosenza maggiormente manovriero con, al primo giro di lancette, una triangolazione Polani - Catania - Danti che, invece di servire il liberissimo Mortelliti, cerca di incunearsi in area venendone respinto. Subito dopo una punizione di Moschella vola alta sulla traversa di Mancinelli.
Il buon avvio del Cosenza dura poco visto che già al 9' c'è la prima delle due traverse consecutive del Catanzaro. L'iniziativa è di Corapi che dalla sinistra crossa teso un pallone che Braca devia di tacco spiazzando Ambrosi. Sul secondo
palo si avventa Antonio Montella che in spaccata coglie il montante. Passano soli tre minuti ed è Tomi su punizione dalla sinistra a timbrare la parte superiore della trasversale. Il Cosenza si aggrappa alla grinta di De Rose e Battisti. Il Cosenza nel secondo tempo, si fa vedere con due tiri dalla distanza di De Rose al 10' e di Moschella al 21' entrambi deviati in angolo da Mancinelli in tuffo. A questo punto le due squadre si accontentano del pareggio. Il Cosenza però dovrà attendere una sttimana per festeggiare la promozione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?