Salta al contenuto principale

Arrestato ventenne nel Reggino, per detenzione illegale di armi

Basilicata

In manette Giuseppe Barillà, 20 anni, accusat di detenzione illegale di due fucili, di cui uno con matricola punzonata

Tempo di lettura: 
0 minuti 30 secondi

I carabinieri della stazione di Cannavò di Reggio Calabria hanno tratto in arresto Giuseppe Barillà, 20 anni, con l’accusa di detenzione illegale di due fucili. Il giovane è stato tratto in arresto con l’accusa di detenzione illegale di armi comuni da sparo, detenzione di arma clandestina e ricettazione, e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Durante un pattugliamento, disposto dal comando provinciale, i militari hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione del ventenne, sospettato di detenere illegalmente armi.
Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti un fucile cal.4,5 ed un fucile cal. 16 a canne parallele, quest’ultimo con matricola punzonata.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?