Salta al contenuto principale

Cede la strada. Chiusa l'Oraziana

Basilicata

Ordinanza della Provincia per la strada a scorrimento veloce che collega Rionero a Ripacandida. Problemi anche sulla provinciale 8

Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

Di Lorenzo Zolfo
Incredibile, ma vero. Adesso chiudono, per movimenti franosi, anche le strade appena realizzate. Dopo 13 anni di lavori, nell'aprile 2008, viene aperta al transito il 1° e 2° lotto della superstrada a scorrimento veloce dell'Oraziana della Rionero-Ripacandida di poco più di 5 km. Strada di collegamento tra la S.S. 658 “Melfi-Potenza” e la 655 “Bradanica” (svincolo di Venosa). La Provincia, Ente responsabile della strada, con ordinanza n 21/2009 ha ordinato il divieto di transito su questa strada. Questa ordinanza a firma del dirigente del Servizio Viabilità della Provincia di Potenza, ing. Rocco Continolo ha decorrenza dal giorno 5 maggio per il verificarsi di un cedimento del piano viabile di notevole dimensioni a circa 70 metri dalla rotatoria in corrispondenza dell'entrata ed uscita dell'abitato di Rionero. La Provincia ha inteso prendere questo provvedimento per la tutela della pubblica e privata incolumità nonché per la tutela della sicurezza della circolazione stradale. La strada entro la serata di ieri, 5 maggio verrà transennata per impedire il transito dei veicoli in quanto l'ordinanza ha decorrenza immediata. L'esecutore tecnico sig. Michele Auletta è responsabile dell'installazione e della vigilanza della segnaletica necessaria alla interdizione del transito veicolare sul tratto di strada interessato. Questa ordinanza di divieto di transito è stata trasmessa alla Prefettura e protezione civile di Potenza, ai Comuni di Ripacandida, Ginestra, Venosa, Rionero e Forenza, al compartimento e sezione polizia stradale di Potenza e Melfi. Al comando provinciale dei Carabinieri di Potenza, ai carabinieri di Rionero e Ripacandida. A Ripacandida, centro più volte interessato da movimenti franosi nei mesi scorsi, questa ordinanza di chiusura della superstrada da non è stata presa con…piacere. Lo scorso mese di marzo più volte il vecchio tracciato della provinciale n° 8 ( la strada che gli automobilisti devono percorrere ora che la superstrada è stata chiusa), nelle immediate vicinanze del paese, è stata interessata da movimenti franosi. La provinciale n° 8 oltre a presentare notevoli avvallamenti, è interessata da due nuovi movimenti franosi sulla scarpata a valle della strada. E' una strada abbandonata a se stessa e adesso diviene la strada principale per arrivare a Rionero e alla superstrada Potenza-Melfi. Avvicinato il responsabile dell'Ufficio Tecnico del Comune di Ripacandida, geometra Rocco Musto ha detto: “ mancava solo questa ordinanza per isolare Ripacandida, centro a forte vocazione turistica, vuoi per i bellissimi affreschi cinquecenteschi della chiesa di San Donato, vuoi per le numerose aziende vinicole, di olio e del miele. Su questa strada l'erba alta la fa da padrona. Per aprire la superstrada oraziana Rionero-Ripacandida ci sono voluti ben 13 anni, adesso la Provincia ha notificato l'ordinanza di chiusura per una frana in prossimità di Rionero. Su questa frana la Provincia è intervenuta più volte, ricaricando con materiale arido la sede stradale, ma l'avvallamento continua con distacchi del manto stradale che ha profonde incrinature non consentendo un tranquillo transito ai mezzi. Mi auguro che il ripristino della strada avvenga nel più breve tempo possibile, altrimenti saremo costretti a rivolgerci al nostro santo protettore, San Donato per una…grazia”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?