Salta al contenuto principale

Cosenza, vittima di usura denuncia e la GdF li arresta

Basilicata

Si tratta di Claudio Viteritti, di 48 anni, e di Tullio Ventimiglia, 38, entrambi nati e residenti in provincia di Cosenza. Gli interessi chiesti sui prestiti erano superiori al 10%

Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

Due persone sono state arrestate per usura dalla Guardia di Finanza di Cosenza, al termine di un’indagine condotta a seguito della denuncia della vittima. Si tratta di Claudio Viteritti, di 48 anni, e di Tullio Ventimiglia, 38. I due, per la restituzione del denaro prestato al titolare di un’agenzia di servizi che versava in stato di bisogno, avrebbero preteso interessi mensili superiori al 10%. L’imprenditore, infatti, a fronte di una somma di 9.000 euro ricevuta nel mese di febbraio del 2007, dopo circa un anno e mezzo, sarebbe stato costretto a restituirne, 16.000 più 5.000. Grazie alla testimonianza della vittima, non più in grado oramai di fare fronte alle indebite richieste degli estortori, le Fiamme Gialle hanno potuto risalire rapidamente all’identità dei responsabili e raccogliere a loro carico, in appena un mese di indagini, importanti elementi probatori per richiedere ed ottenere dal G.I.P. le misure restrittive. Durante la perquisizione eseguita a casa di Ventimiglia è stata rinvenuta e sequestrata una pistola giocattolo, priva del tappo rosso di riconoscimento, verosimilmente utilizzata per intimidirele vittime, e 27 cartucce a salve calibro 38.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?