Salta al contenuto principale

L’Orsoleo si prepara al Dalai Lama

Basilicata

Dopo aver sentito parlare del Monastero e della Città della Pace il nobel ha richiesto un ritiro. De Filippo: «Un momento emozionante e importante per tutta la regione»

Tempo di lettura: 
2 minuti 34 secondi

Di FRANCESCA GRESIA
SANT’ARCANGELO - Tante novità per il Monastero di Santa Maria d’Orsoleo, dalla possibilità di ospitare il Dalai Lama al primo raduno regionale delle orchestre scolastiche. In vista dell’approvazione dello statuto definitivo della Fondazione della Città della Pace che dovrebbe avvenire martedì 12 maggio, continuano le attività per dare all’iniziativa maggiore concretezza.
Come ha spiegato il primo cittadino Domenico Esposito: «Sia Betty Williams sia l’associazione ci hanno richiesto la possibilità di allestire due appartamenti quale foresteria che possa essere a disposizione del circuito dei premi nobel.
In particolare data la presenza del Dalai Lama in Italia nella prima metà di giugno, ci è stato riferito che lo stesso nobel, dopo aver sentito parlare del Monastero e della città della pace, abbia richiesto di trascorrere qualche giorno in ritiro. In attesa di avere una conferma della notizia il comune si sta adoperando per attrezzare la foresteria». E mentre si attendono conferme per questa importante visita, la città per la pace prosegue il suo cammino.
Dopo aver richiesto la disponibilità dei cittadini a cedere all’amministrazione comunale le proprie abitazioni, collocate nel centro storico, per ospitare coloro che giungeranno dai luoghi afflitti dalla guerra, lunedì ci si prepara ad accogliere il presidente della Fondazione Vodafone che, volendo patrocinare l’iniziativa, eseguirà i sopralluoghi presso il Monastero di Santa Maria D’Orsoleo, il centro storico e al sito di Scanzano Jonico. Gli alloggi, infatti, necessitano di ristrutturazione ma essendo nel cuore del paese, permetterebbero una maggiore integrazione agli ospiti. E le sorprese non sono finite perché per il 28 e il 29 maggio, è previsto il primo raduno regionale delle orchestre scolastiche con la presenza del maestro Nicola Piovani. L’iniziativa, organizzata dalla scuola media di Sant’Arcangelo e dal Comune, prevede un momento di conferenza e di confronto con i piccoli protagonisti della musica e si concluderà con un concerto del maestro accompagnato da altri 6 musicisti. Momento musicale che vedrà l’esecuzione dei brani che lo hanno reso famoso e la proiezione di alcune immagini dei film che hanno avuto l’onore di utilizzare le sue musiche quali colonne sonore. Grande soddisfazione è stata espressa dal primo cittadino Domenico Esposito che ha commentato: «Finalmente l’approvazione in giunta dello statuto definitivo e la ripartizione dei fondi potranno dare esecutività alla città della pace, dimostrando che si sta lavorando affinché l’iniziativa vada in porto. E mentre questo progetto prosegue, non possiamo che essere soddisfatti delle nuove decisioni strategiche rivolte al turismo, non partiamo da zero, diverse sono state le iniziative ma ci aspettiamo che, essendo al centro dei due attrattori, il medio Agri possa realmente conoscere una nuova stagione in questo settore». E non manca il plauso del presidente della giunta regionale, Vito De Filippo che ha commentato: «Non si può che dare atto agli sforzi messi in campo dai comuni, da Betty Williams e da tutti coloro che stanno lavorando alla realizzazione della città della pace, la Regione non può che sostenere le loro attività e prepararsi all’eventuale visita del Dalai Lama,
momento che sicuramente sarebbe emozionante e importante per l’intera Basilicata».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?