Salta al contenuto principale

Sgominata banda di narcotrafficanti a Reggio

Basilicata

L'organizzazione ramificata in diverse regioni era dedita all'importazione dalla Spagna di cocaina proveniente dalla Colombia e hashish dal Marocco. In 8 sono finiti in manette

Tempo di lettura: 
1 minuto 5 secondi

E' stata sgominata dalla Polizia una banda di narcotrafficanti. L’organizzazione ramificata in diverse regioni era dedita all’importazione dalla Spagna di cocaina proveniente dalla Colombia e di hascisc proveniente dal Marocco. Otto sono gli arresti avvenuti nella Locride.
La droga, secondo quanto emerso dalle indagini, una volta in Italia giungeva sul mercato palermitano: la cocaina per mezzo di un clan di narcotrafficanti operante principalmente a Torre Annunziata (Napoli), e l’hascisc tramite un gruppo di Siderno composto dalle persone arrestate stamani. I reati contestati sono associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, vendita, detenzione, trasporto e cessione illecita di cocaina, metanfetamina hascisc e marijuana. Gli arresti, disposti dal gip su richiesta della Dda reggina, sono l’epilogo parziale di un’ampia indagine condotta nel biennio 2004-2005 sulla scorta di una notizia che indicava un giovane palermitano quale emergente venditore di cocaina. Le indagini hanno consentito di risalire all’organizzazione che aveva articolazione territoriali anche a Napoli, Genova, Roma e Firenze.
GLI ARRESTATI
Le ordinanze di custodia cautelare, eseguite dagli uomini del vice questore Diego Trotta, hanno riguardato Domenico Barranca, 28 anni, Girolamo Belcastro (42), Vincenzo Nucera (29), Roberto Stinà (41), Cosimo Trichilo (36), Giuseppe Commisso (30), Carmelo Fimnognari (35) e Domenico Costa (29). Agli indagati Costa, Barranca e Commisso il provvedimento è stato notificato in carcere dove si trovavano ristretti per altra causa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?