Salta al contenuto principale

Rigassificatore Gioia Tauro: indetta assemblea intercomunale

Basilicata

A chiedere l'incontro tra le popolazioni interessate sono stati i Commissari straordinari dei Comuni di Gioia Tauro, San Ferdinando e Rosarno per il 14 luglio 2009

Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

E' stata indetta per il 14 luglio prossimo un’assemblea intercomunale tra le popolazioni interessate dalla realizzazione del rigassificazione da parte dalla società Lng Medgas Terminal. A programamre l'incontro sono stati i Commissari straordinari dei Comuni di Gioia Tauro, San Ferdinando e Rosarno. Il progetto prevede la realizzazione di un terminale di ricezione e rigassificazione della capacità di 12 miliardi di Sm3/anno. In particolare, il progetto comprende: un pontile per l’attracco e lo scarico delle navi metaniere, radicato nell’area esterna del Porto di Gioia Tauro; 4 chilometri circa di condotte criogeniche per il trasferimento del gas naturale ai serbatoi; fino a 4 serbatoi criogenici per lo stoccaggio del gas (640.000 metri cubi complessivi); impianto di rigassificazione ad acqua di mare (area Asireg Comune di San Ferdinando); gasdotto di collegamento con rete nazionale dei gasdotti di circa 7 chilometri di lunghezza (Comuni di San Ferdinando e Rosarno). I tecnici della società Lng Medgas Terminal illustreranno il progetto presso le sedi municipali dei tre comuni il 16 giugno a Rosarno; il 17 giugno a Gioia Tauro ed il 18 giugno a San Ferdinando.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?