Salta al contenuto principale

Sequestrato un centro scommesse nel Cosentino

Basilicata

L’attività investigativa della Finanza ha permesso ai finanzieri di porre sotto sequestro un locale di 40 mq, due postazioni per effettuare le giocate, due computers e 500 euro

Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

Sequestrato nel cosentino un centro di raccolta delle scommesse. L'attività svolta dagli uomini delle Fiamme Gialle di Scalea, secondo quanto riferito, ha permesso di accertare che una persona del luogo, titolare della sola partita Iva, ma priva di concessione, autorizzazione o licenza di pubblica sicurezza, aveva posto in essere un’attività illecita. L’attività investigativa ha permesso ai finanzieri di porre sotto sequestro una sala scommesse, costituita da un locale di circa 40 mq, nonchè due postazioni complete per effettuare le giocate, due computers, collegati ad internet e relativi accessori, due stampanti termiche per l’emissione dei ticket di giocata, una fotocopiatrice e 500 euro in contanti, frutto dell’illecita raccolta di scommesse giornaliere. È stato anche sequestrato un decoder Sky con la relativa scheda di attivazione, nonchè un televisore, in quanto il gestore del centro scommesse, titolare di contratto per uso privato ed abitativo e non pubblico, utilizzava il decoder nel locale adibito ad agenzia scommesse, dove era possibile assistere in diretta agli eventi sportivi oggetto delle giocate. All’interno del locale sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro circa 600 tagliandi «Gratta e Vinci», sprovvisti dell’autorizzazione per la vendita dei Monopoli di Stato e quindi illecitamente posti i commercio. Il gestore dell’agenzia di scommesse, è stato denunciato per molteplici reati, alla Procura di Paola.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?