Salta al contenuto principale

Controlli della Capitaneria di Porto di Crotone, denunce e sequestri

Basilicata

Nel corso dei controlli è stata rinvenuta anche un’area adibita a discarica abusiva sulla quale sono stati trovati elettrodomestici e lastre di eternit sfibrate

Tempo di lettura: 
0 minuti 42 secondi

I controlli della Capitaneria di Porto di Crotone intensificatisi in prossimità dell'estate hanno portato al sequestro di quattro opere edilizie ancora in fase di realizzazione e i cui responsabili sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per violazione delle norme edilizie, demaniali e paesaggistico ambientali. Altre sei persone sono state invece identificate e denunciate per occupazione abusiva di pubblico demanio marittimo. Un ulteriore sequestro è stato effettuato per opere abusivamente realizzate nell’Area marina protetta di Capo Rizzuto. Le opere, in fase di iniziale realizzazione, sono risultate prive di autorizzazioni demaniali e soprattutto prive del necessario parere dell’ente gestore dell’Amp di Capo Rizzuto. Nel corso dei controlli è stata infine rinvenuta e posta sotto sequestro un’area di circa 150 metri quadrati adibita a discarica abusiva sulla quale sono stati rinvenuti carcasse di elettrodomestici, materiali di risulta e lastre di eternit sfibrate.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?