Salta al contenuto principale

Vigor e l'alleanza con il Catania

Basilicata

2ª Divisione. Resta sempre in piedi l’idea Pagni-Maglia. Stasera riunione della società. Nuova ipotesi per il rilancio. Imminente un incontro fra le due società

Tempo di lettura: 
1 minuto 32 secondi

Per il rilancio della Vigor, pare che la società biancoverde sarebbe in procinto di incontrarsi con la società del Catania per instaurare una collaborazione.
Una indiscrezione, allo stato, anche se sembrerebbe imminente un incontro fra i dirigenti etnei e quelli lametini (Paolo Mascaro e Antonello Bevilacqua).
Questo significherebbe che diversi giovani di proprietà del Catania saranno dirottati alla Vigor, anche se restano solo delle ipotesi.
Una cosa comunque sembra essere certa: la società intende costruire una squadra da vertice se si dovesse disputare la serie D, visto che c’è sempre una piccola speranza per il ripescaggio. Per questo comunque bisogna attendere le decisioni della lega sui criteri.
Intanto, la squadra è al lavoro per l’ultimo match della stagione. Conta poco ma si cercherà di chiudere con onore nell’ultimo impegno che i biancoverdi
sosterranno a Monopoli.
Il tecnico Franco Barone non avrà a disposizione solo il difensore Giacomo Di Donato che è stato squalificato. Per il resto si attende solo la conclusione del campionato. Subito dopo la società dovrebbe convocare una conferenza stampa per annunciare i programmi della prossima stagione e, si spera, anche il nuovo direttore sportivo.
In merito si terrà stasera una riunine al termine della quale qualcosa dovrebbe essere più chiara. In attesa, c’è un’altra questione di cui molto si era discusso fra la tifoseria biancoverde.
In linea infatti con i provvedimenti a carattere nazionale e che per tutta la stagione attuale hanno impedito lo svolgimento dei derby alla presenza dei tifosi ospiti, nel pomeriggio di ieri il prefetto di Catanzaro, Calvosa, ha vietato la disputata della gara amichevole Sambiase - Cosenza che era stata programmata per questa sera allo stadio “D’Ippolito”.
Evidentemente i malumori espressi dalla tifoseria organizzata biancoverde non è passata inosservata alla polizia che, tramite la questura di Catanzaro, ha proposto di non fare disputare questa gara per motivi di ordine pubblico.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?