Salta al contenuto principale

Catanzaro: truffa su corsi di formazione, proroga d'indagini
per 82 indagati

Basilicata

I reati ipotizzati sono a vario titolo di truffa, falso ideologico e abuso d’ufficio

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Catanzaro ha concesso una proroga d’indagine per l’inchiesta che vede indagate 82 persone tra docenti, personale amministrativo e studenti dell’Università di Catanzaro accusati di truffa nell’ambito del progetto "Campus One".
L’inchiesta è finalizzata ad accertare eventuali irregolarità nello svolgimento dei corsi di formazione del progetto chiamato 'Campus One' negli anni 2004 e 2005.
L’indagine, avviata dall’ex pm di Catanzaro, Luigi De Magistris, è attualmente coordinata dal sostituto procuratore Vincenzo Capomolla. I reati ipotizzati sono a vario titolo di truffa, falso ideologico e abuso d’ufficio.
Tra gli indagati ci sono anche l'attuale rettore Francesco Saverio Costanzo (nella foto), il preside di giurisprudenza, Luigi Ventura, e la delegata del rettore ai rapporti con la Crui, Patrizia Doldo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?