Salta al contenuto principale

Reggio: accordo per reinserire i minori a rischio nel lavoro

Basilicata

L'accordo si rivolge ai soggetti svantaggiati come minori in difficoltà

Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

Un protocollo operativo in materia di occupazione per soggetti svantaggiati come minori in difficoltà è stato sottoscritto tra la Provincia di Reggio Calabria, la Prefettura, l’Azienda Calabria Lavoro, l’Ufficio di servizio sociale per minorenni di Reggio e soggetti del Terzo settore.
L'intesa prevede l’individuazione di un’ipotesi di strumento operativo rivolto ai giovani in difficoltà, il cui percorso personale non ha dato ancora buoni frutti sul piano della collocazione lavorativa.
«L'interesse della Provincia di Reggio – ha dichiarato l’assessore provinciale alle Politiche sociali, Attilio Tucci (nella foto) – in tema di politiche attive nel mondo del lavoro è notevole, e diverse sono le iniziative messe in campo dalle strutture dell’ente per offrire un supporto a chi non ha ancora trovato occupazione. La provincia di Reggio si sta allineando sempre più alle altre province italiane e più in generale, alle province europee che beneficiano dei fondi Fse. I centri per l’impiego sono stati trasformati da semplici uffici di collocamento in centri di orientamento, il personale è stato in più occasioni formato e spesso affiancato da operatori attenti e qualificati, anche l'accoglienza con nuovi arredi e confort è all’altezza del nuovo ruolo».
«La peculiarità dell’azione in questione – ha concluso l'assessore Tucci – consiste nell’aver rivolto la massima attenzione verso una categoria di soggetti svantaggiati che forse sono tali più di tutti ed ai quali, probabilmente, la società poco avrebbe potuto fare per offrire loro una seconda opportunità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?