Salta al contenuto principale

Auto investita da un treno nel vibonese, illese madre e figlia

Basilicata

Illese madre e figlia che si trovavano all'interno dell'autovettura, rimasta incastrata tra i binari

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Una donna di 35 anni, G.G.F. di origine americana, in vacanza in un villaggio turistico sulla costa vibonese, ha rischiato la vita con la sua bambina per aver tentato di attraversare i binari della ferrovia ad un passaggio a livello col semaforo rosso.
Il fatto è avvenuto intorno alle 20 di ieri a Parghelia, un centro turistico sulla costa vibonese. La donna non si sarebbe accorta del semaforo che segnalava l’arrivo di un treno e quando si sono chiuse le sbarre, la sua auto, una Lancia y, è rimasta incastrata tra i binari.
Colpita di striscio dal locomotore del treno Tropea- Lamezia che sopraggiungeva in quel momento, la vettura è stata trascinata per una decina di metri. La donna se l’è cavata soltanto con un forte spavento, grazie ai riflessi del macchinista cdhe è riuscito a rallentare. Nessun danno fisico neanche per la bambina. Scattato l’allarme sul posto è arrivato l’equipaggio della volante del vicino posto fisso della polizia di Stato di Tropea, che ha provveduto a fare bloccare il traffico per oltre un’ora e a dirigere le operazioni di soccorso.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?