Salta al contenuto principale

Evasione fiscale, anche la Calabria nel giro sgominato a Sassuolo

Basilicata

A portare a termine le verifiche nei confronti di società operanti nel settore dei lavori di meccanica generale è stata la Finanza. Costi indeducibili da 2 milioni. Sette le denunce

Tempo di lettura: 
0 minuti 37 secondi

La Guardia di Finanza di Sassuolo (Mo) ha portato a termine una serie di verifiche fiscali nei confronti di società operanti nel settore dei lavori di meccanica generale. L’attività investigativa ha consentito l’accertamento di un articolato sistema di frode condotto, attraverso l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti emesse da diverse società «cartiere» con sede nel Modenese, nel Reggiano, in Calabria e Sicilia, da parte di 2 società a responsabilità limitata ed una società cooperativa, tra loro collegate, facenti capo al medesimo soggetto. Riportati alla luce costi indeducibili per circa 2 milioni di euro, ricavi non dichiarati per 258.910 euro con contestuale constatazione di evasione I.V.A. per 372.901 euro ed una base imponibile I.R.A.P. per 1.165.578 euro. Sette persone sono state denunciate.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?