Salta al contenuto principale

Ferrosud, niente accordo

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

di PIERO QUARTO
NON C’È stata la firma dell’accordo presso l’Ufficio regionale del Lavoro sulla questione Ferrosud.
Sul tavolo la richiesta di cassa integrazione straordinaria avanzata dall’azienda per una situazione di crisi ma sulla quale i sindacati sembrano non essere intenzionati a cedere il passo: «alla fine è stato richiesto un incontro urgente alla presidenza della giunta regionale perchè questa questione non può risolversi su un tavolo tecnico ma vanno affrontate le ricadute politiche che ci sono» ha spiegato Giuseppe Giannella della Fiom Cgil presente al tavolo e che ha confermato anche la mobilitazione dei lavoratori che ieri erano in sit-in davanti alla sede della Regione e che hanno sospeso il lavoro alle 12,30 per recarsi tutti quanti insieme a Potenza.
La preoccupazione per la situazione della Ferrosud, rimane molto forte e un incontro nelle prossime ore potrebbe permettere di affrontare diversamente la questione, questa è la speranza dei sindacati anche se la posizione dell’azienda non sembra in questo momento cambiare di molto.
Gli 80 lavoratori della Ferrosud di Matera per i quali è stata chiesta la cassa integrazione straordinaria rimangono in bilico, ma in una situazione di difficoltà e di pericolo ancora maggiore ci sono tutti gli altri visto che è proprio la situazione complessiva della Ferrosud in questo momento a preoccupare lavoratori e sindacati.
«Servono investimenti per sostenere l’azienda e trovare modalità creditizie che possano avviare un processo di rilancio della Ferrosud», spiega ancora Giuseppe Giannella, «è su queste basi che bisogna ragionare ed è per questo che serve riaprire un confronto politico. E’ opportuno che vengano individuati insieme gli strumenti per arrivare a quest’azione di rilancio.
Non si possono ridurre i problemi della Ferrosud e la richiesta di cassa integrazione ad un mero incontro tecnico, il tavolo sul quale è necessario discutere deve ora necessariamente diventare politico» conclude lo stesso Giannella.
Infine rimane aperta la garanzia dell’azienda che verranno effettuati i pagamenti per i lavoratori, termini e modalità che sono state confermate e ribadite anche nell’incontro di ieri. «Ci auguriamo che vengano rispettate a questo punto non possiamo assolutamente andare oltre».
La situazione di Ferrosud mostra un’evidente difficoltà.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?