Salta al contenuto principale

Reggio, quattro arresti per estorsione e sequestro di persona

Basilicata

Vittima dei quattro un giovane algerino decise di allontanarsi da Reggio Calabria mentre un commerciante fu continuamente minacciato

Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri a Reggio Calabria per sequestro di persona, estorsione, rapina, violenza privata e lesioni.
In manette sono finiti Mario Surace, 47 anni; Antonio Presto, 53 anni; Demetrio Presto, 27 anni e Paolo Latella, 27 anni.
Agli arrestati, alcuni dei quali sono ritenuti elementi della cosca Latella-Ficara, è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare.
Nel 2006 un anziano commerciante ed un giovane algerino furono aggrediti da alcune persone perchè ritenuti responsabili di un furto di bibite. I due, dopo esser stati portati di forza in aperta campagna, furono costretti a subire violenza fisica, oltre a minacce esercitate attraverso l’uso di una motosega. Le vittime furono costrette a sottoscrivere una dichiarazione autoaccusatoria del furto e con la quale si impegnavano a restituire la somma di circa 70 mila euro. Successivamente le richieste di denaro proseguirono fino a raggiungere la somma di 200 mila euro. Il giovane algerino decise di allontanarsi da Reggio Calabria mentre il commerciante fu continuamente minacciato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?