Salta al contenuto principale

A Riace un Festival dedicato alla multiculturalità

Basilicata

Durante il festival è previsto anche un seminario nazionale sulle prospettive dell’accoglienza decentrata per richiedenti asilo e rifugiati, spettacoli e animazioni teatrali

Tempo di lettura: 
1 minuto 58 secondi

Riace, comune della locride dove da anni è stata incentivata la multiculturalità, ospiterà dal 22 al 24 maggio la prima edizione "A-Accoglienza. Riaceinfestival – festival delle migrazioni e delle culture locali".
Nel corso della rassegna si svolgerà un concorso per filmakers ma sono previsti anche altri eventi collaterali. In concorso 200 opere provenienti da tutta Italia, Francia, Spagna, Svizzera, Polonia, Libano e Argentina.
I temi affrontati sono quelli della migrazione, la solidarietà, la condizione dei profughi, il recupero delle culture locali e della cultura materiale; ma il Riaceinfestival ha cercato anche l'interesse dei giovani attraverso una sezione per cortometraggi a tema libero e una su videoclip musicali.
I video sono stati selezionati e saranno giudicati da una giuria tecnica di cui fanno parte Roberto Canu presidente del Valsusa Filmfest, Sabrina Morena e Giovanna Tinunin del Festival Spaesati di Trieste, Valentina Loiero giornalista del Tg5 (nella foto) e da una giuria popolare composta da immigrati che sono ospitati a Riace e che fanno parte dei progetti Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, promosso dal Ministero dell’Interno), oltre che da abitanti di Riace. Durante il festival è previsto anche un seminario nazionale sulle prospettive dell’accoglienza decentrata per richiedenti asilo e rifugiati, spettacoli e animazioni teatrali, una mostra cartografica e un concerto di musica tradizionale.
Il seminario è organizzato in collaborazione con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) ed il Consorzio Italiano di Solidarietà e con il patrocinio di Anci – Dipartimento Immigrazione progetto Sprar – Servizio Centrale del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.
Sono previsti inoltre due incontri con l’autore: il 23 maggio Sonia Cincinelli presenterà il suo libro «I migranti nel cinema italiano» ed il 24 maggio sarà presentato il libro «Gli africani salveranno Rosarno» – Clownludobus della compagnia Opopò Clown che proporrà momenti di spettacolo e laboratori ludici di strada per bambini a Riace Marina.
Il Riaceinfestival è promossa e organizzata da Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, dall’Associazione Studi Giuridici Immigrazione, Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace, Associazione a Sud di Lampedusa Riace, Presidenza Giunta Regionale Regione Calabria, Provincia di Reggio Calabria, in collaborazione con Associazione Eidos di Stignano, Rete Antirazzista di Catania, Sem Sinistra Euromediterranea, Gao Cooperazione Internazionale Rende di Cosenza, Ics – Consorzio Italiano di Solidarietà ufficio Rifugiati di Trieste, Associazione per la Pace di Milano, Valsusa Filmfest della Valle di Susa, Associazione Culturale Spaesati di Trieste ed il mensile Carta.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?