Salta al contenuto principale

Pugilato: a Ravenna il reggino Versaci
per difendere il titolo

Basilicata

Una sfida per affrontare la quale l’atleta reggino è andato incontro ad un’impegnativa preparazione

Tempo di lettura: 
1 minuto 22 secondi

Si svolgerà il 28 maggio a Ravenna, l’incontro di boxe tra il giovane reggino Francesco Versaci (nella foto) ed il pugile Vincenzo Imparato.
Il match, incentrato sulla difesa del tricolore dei mediomassimi da parte di Versaci, attuale campione in carica, è stato presentato a Palazzo San Giorgio dallo stesso atleta, dal preparatore Giuseppe Fedele, dall’assessore comunale allo Sport, Giuseppe Raffa, dal consigliere comunale Giuseppe Agliano e dal delegato provinciale della Federazione Pugilistica, Francesco Biasi.
Una sfida per affrontare la quale l’atleta reggino è andato incontro ad un’impegnativa preparazione, e per la quale, come ha sottolineato il maestro Fedele «è molto motivato, considerandola un ulteriore trampolino di lancio verso altri traguardi ed obiettivi».
A tifare il pugile reggino in terra emiliana giungerà un pullman che partirà dalle rive dello Stretto.
«L'Amministrazione – ha detto Versaci – mi è stata sempre vicina nel corso della carriera credendo nelle mie capacità. Un appoggio grazie al quale avrò decine di miei sostenitori anche a Ravenna. Da parte mia ci sarà tutta la passione e l’impegno per riportare a Reggio il titolo dove lo avevo conquistato nello scorso settembre».
Il consigliere comunale Agliano ha evidenziato che «Francesco è un talento ed un campione di razza che ha portato il nome di Reggio nell’ambito della boxe internazionale, per questo siamo entusiasti di partecipare a questa sua performance che, oltre a essere valida per il campionato italiano dei medio - massimi, deve essere foriera di altre significative mete». «Crediamo – ha concluso l’assessore Raffa – nel sostegno e nella valorizzazione dei talenti reggini così come riteniamo che quegli sport, quali la boxe ad esempio, che a livello mediatico vengono considerati minori, meritino la giusta attenzione».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?