Salta al contenuto principale

Cosenza: arresti domiciliari per il commercialista Marini

Basilicata

La decisione arriva dal Gip Giusy Ferrucci, nell'ambito dell'inchiesta legata all'operazione Sparkling del febbraio scorso

Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

Il Gip del Tribunale di Cosenza Giusy Ferrucci ha concesso gli arresti domiciliari a Ferdinando Marini, 68 anni, noto commercialista cosentino coinvolto, il 24 febbraio scorso, nell’operazione Sparkling. Ne danno notizia i suoi avvocati difensori, Ernesto d’Ippolito e Enzo Belvedere.
L'operazione Sparkling fu condotta dalla Guardia di Finanza e coinvolse 21 persone, accusate di far parte di un’organizzazione dedita all’ottenimento fraudolento di finanziamenti comunitari. Sarebbero state accertate frodi per circa 75 milioni di euro e furono sequestrati beni mobili ed immobili per un valore di oltre 50 milioni di euro. Il commercialista, che secondo l’accusa era a capo dell’organizzazione e che si trova ancora in Svizzera per questioni di salute, era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, mai eseguita.

1|8]Nella foto: Le fiamme gialle impegnato lo scorso febbraio nell'operazione Sparkling

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?