Salta al contenuto principale

Usura, quattro arresti nel Vibonese

Basilicata

Praticavano tassi per oltre il 200% annuo, facendo lievitare i "prestiti"

Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

Quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere, di cui una ai domiciliari, e sette avvisi di presentazione di polizia. È il bilancio di un’operazione congiunta tra la squadra mobile di Catanzaro e quella di Vibo, dove risiedono i responsabili di un giro di usura e di estorsioni ai danni di un commerciante catanzarese e dei suoi familiari.
Le vittime delle estorsioni erano costrette a corrispondere interessi per oltre il 200% annuo, facendo così lievitare un prestito di 50.000 euro ad oltre 510.000.
Gli arresti rientrano nell’ambito dell’operazione "Caorsa" condotta dalla Dda di Catanzaro e scattata nell’ottobre scorso. Inchiesta trasferita poi alla procura ordinaria di Vibo Valentia per l’esclusione delle modalità mafiose.
A distanza di sette mesi, il pm di Vibo, Fabrizio Garofalo, ha riformulato la richiesta delle ordinanze al gip di Vibo, Gabriella Lupoli, che le ha accolte.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?