Salta al contenuto principale

Scuola, il 12 giugno sciopera il personale amministrativo

Basilicata

Una giornata di sciopero di due ore del personale amministrativo, è stata proclamata per il prossimo 12 giugno dalle ore 11.30 alle ore 13.30

Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

Una giornata di sciopero di due ore del personale amministrativo, aderente alla Fp Cgil – FP Cisl – Uil PA – Confsal Snadas – Rdb e Flp in servizio all’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria sede periferica del Ministero dell’Istruzione, è stata proclamata per il prossimo 12 giugno dalle ore 11.30 alle ore 13.30.
«La vertenza, al momento, – è scritto in una nota – culmina con la proclamazione dello sciopero vista l’arroganza e la tracotanza, sinora mostrata, dal direttore regionale il quale non ha mai inteso offrire nessun termine di mediazione, nell’ormai datata vertenza, che ha visto tutto il sindacato contrapposto all’Amministrazione nella delicata fase di riorganizzazione dell’ufficio regionale, di cui al DM di maggio 2008, frutto di un’importante concertazione, siglata con l’allora direttore regionale, diverso dall’attuale.
A nulla è servito l'intervento delle strutture nazionali che con due note sono intervenute presso il Ministero dell’Istruzione e presso il direttore regionale. Neanche durante l’incontro obbligatorio in Prefettura, il massimo esponente dell’ufficio – continuano i sindacati – ha ritenuto di dover ascoltare le richieste del sindacato, tenuto conto che le stesse, in quella sede, hanno richiesto la sospensione dell’ordine di servizio, in luogo della revoca, considerata la recente pubblicazione del nuovo regolamento di riorganizzazione sulla gazzetta ufficiale della Repubblica, e pertanto sarebbe stato utile impegnarsi nella nuova fase di concertazione alla luce delle nuove determinazioni del Ministero dell’Istruzione.
Anche in quella sede il direttore ha mostrato, ancora una volta, – sempre secondo i sindacati – tutta la sua arroganza e superficialità poichè per scongiurare la protesta del personale aveva soltanto reso la disponibilità a convocare le federazione regionali di categoria, di scuola e personale amministrativo, per l’avvio della trattativa sul nuovo regolamento, convocazione che non è mai arrivata».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?