Salta al contenuto principale

Trasversale delle Serre, venerdì un convegno

Basilicata

La relazione di base sarà svolta dal capo Compartimento Anas, Giovanni Laganà. Le conclusioni dei lavori sono affidate al presidente della Regione, Loiero

Tempo di lettura: 
1 minuto 18 secondi

Un incontro dibattito sul tema «La Trasversale dello Spirito 43 anni dopo», promosso da LegAutonomie e dal Comune di Torre di Ruggiero, in programma venerdì 29 maggio nella sala teatro del Santuario Mariano del comune delle pre Serre catanzaresi.
«Si inizia a discutere della strada statale 182, la trasversale delle Serre, nell’area centro meridionale della Calabria – riporta una nota – per la prima volta nel 1966. Quando ancora la Regione non era nata, a Sanremo vincevano Modugno e la Cinguetti e Aldo Moro varava il suo III Governo.
Nel 2009, 43 anni dopo, l’infrastruttura, 56 chilometri fra lo Ionio catanzarese e il Tirreno vibonese, passando per luoghi dello spirito di grande impatto storico e monumentale, rimane un’ingiustificata e scandalosa incompiuta».
«Perchè dopo 43 anni, nonostante le promesse di Governi di vario colore e un’ingente somma di danaro pubblico già spesa – prosegue la nota – la Trasversale delle Serre è ancora un fantasma? Quali intoppi? Quante risorse finanziarie ancora occorrono per completarla?».
I lavori dell’iniziativa, che saranno coordinati dal presidente della LegAutonomie Calabria Antonio Acri, saranno introdotti dal sindaco di Torre di Ruggiero Giuseppe Pitaro. Oltre alla relazione di Giovanni Laganà, capo compartimento Anas, sono previsti gli interventi del prefetto di Catanzaro, Sandro Calvosa; dei presidenti delle Province di Catanzaro e Vibo Valentia, Wanda Ferro e Francesco De Nisi; del deputato Nicodemo Oliverio, che di recente ha sottoscritto un’interrogazione parlamentare indirizzata al ministro delle Infrastrutture; del presidente della Commissione Affari comunitari della Regione, Bruno Censore; del segretario della Cgil Calabria Sergio Genco e dell’imprenditore Massimo Procopio, presidente della Cassa edile di Catanzaro, Cosenza e Crotone.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?