Salta al contenuto principale

La Camera di Commercio reggina dona 250mila euro
ai terremotati in Abruzzo

Basilicata

La Ccia ha spiegato la decisione per «manifestare la propria solidarietà alle imprese abruzzesi colpite dal terremoto».

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

La giunta della Camera di commercio di Reggio Calabria ha deliberato un fondo di 250.000 euro per le imprese colpite dal terremoto in Abruzzo.
Lo rende noto la stessa Camera di commercio, spiegando in una nota che la decisione «manifesta la propria solidarietà alle imprese abruzzesi colpite dal terremoto destinando ingenti risorse per la ripresa delle attività economiche». La somma stanziata è finalizzata a «supportare finanziariamente il sistema imprenditoriale abruzzese piegato dal sisma».
Le risorse del fondo verranno interamente investite nelle attività produttive delle imprese abruzzesi danneggiate attraverso la gestione coordinata delle Camere di Commercio, alle quali spetterà di identificare le aree e i settori di intervento prioritari in questa fase di emergenza, al fine di assicurare anche la tenuta occupazionale.
«La Giunta della Camera di Commercio di Reggio Calabria – spiega il presidente Lucio Dattola (nella foto) – ha voluto offrire un aiuto alle imprese abruzzesi colpite dal terremoto, manifestando un impegno concreto ed una generosità straordinaria in occasione di un evento, quello del sisma, che accomuna tragicamente Reggio e L'Aquila».
«Il sistema camerale non è nuovo all’attuazione di politiche perequative e di solidarietà – prosegue Dattola – di solito però è la Calabria, quale regione svantaggiata, a beneficiare di tali interventi. In questo caso è avvenuto incredibilmente il contrario e, una volta tanto, siamo noi a fare la parte dei finanziatori aiutando un sistema imprenditoriale più avanzato che ha subito una dura battuta di arresto a causa del terremoto».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?