Salta al contenuto principale

Così parlò Michele Radice

Basilicata

Interrogato dal pm Woodcock il segretario regionale del partito di Di Pietro spiega come funziona la legge sui rimborsi ai consiglieri

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

POTENZA - Aldo Michele Radice è il segretario regionale dell'Italia dei valori. E' candidato alle Europee e nella vita dirige l'ufficio che ha finanziato i consiglieri regionali. Ecco cosa spiega al pm Henry John Woodcock. "Il rimborso spese è disciplinato dalla legge 38 del 2002. I consiglieri regionali che non risiedono nel capoluogo di regiona, a Potenza, vengono rimborsati per l'uso della propria auto, calcolando il numero dei chilometri andata e ritorno per un numero fisso stabilito al mese, 18, per un terzo del vigente costo della benzina. Fanno una autodichiarazione nella quale attestano di essere residenti fuori dal Coune di Potenza e quindi menzionano la loro residenza. Pertanto, così come prevsto dalla legge, è implicito che per ottenere il rimborso spesa devono percorrere il tratto di strada tutti i giorni dalla loro residenza al capoluogo. Non è cumulabile sia l'uso della macchina di servizio sia il rimborso spese. Aggiungo che come dirigente mi sono posto il problema, per il fatto che in Regione vi erano delle autovetture nuove ferme in garage e nello stesso tempo venivano pagati i rimborsi spesa a tutti i consiglieri, quando queisti ne fanno richiesta.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?